Luisa Verdoliva

Luisa Verdoliva

Luisa Verdoliva

Professoressa associata e ricercatrice

Luisa Verdoliva è professore associato presso l’Università Federico II di Napoli, dove insegna Teoria dei Segnali ed Elaborazione di Segnali Multimediali.  La sua attività di ricerca riguarda l’elaborazione di segnali, e in particolare la rivelazione e localizzazione di contraffazioni in immagini e video. 

 

Coordina il gruppo di ricerca sul multimedia forensics dell’Università Federico II di Napoli nell’ambito di diversi progetti  tra cui SemaFor (Semantic Forensics) finanziato da DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency) per la rivelazione dell’integrità semantica di immagini e video e PREMIER, progetto nazionale MIUR-PRIN, sulla rivelazione di deepfake mediante tecniche basate sulle reti neurali. 

 

Nel 2018 è stata visiting professor all’Università di Erlangen-Norimberga dove ha tenuto il corso ”Deep Learning in Multimedia Forensics”. Nel 2019-2020 è stata visiting scientist presso i laboratori di intelligenza artificiale di Google a San Francisco, dove ha collaborato allo sviluppo di una piattaforma di supporto ai giornalisti per il fact-checking.  Nel 2018 ha vinto un Google Faculty Research Award per il progetto “TRACE: discovering digital history anomalies to detect fake videos” e ha guidato il team della Federico II che ha vinto la Signal Processing Cup dell’IEEE (Institute of Electrical and Electronics Engineers). 

 

Nel 2020 ha ottenuto l’Hans Fischer Senior Fellowship all’Università di Monaco (TUM) e nel 2021 è stata nominata Fellow dell’IEEE per contributi al multimedia forensics. 

 

Da Gennaio 2021 è presidente dell’IEEE Information Forensics and Security Technical Committee.

Il suo talk

The good, the bad and the ugly

Il deep fake è una tecnologia recente che, forse più di molte altre, mostra l’enorme potenziale dell’intelligenza artificiale. Il deep fake è però di fatto uno strumento, che come tale può avere un impatto positivo o negativo sulla società in base a come viene utilizzato. Se infatti i vantaggi e le opportunità che offre sono innegabili, sono altrettanto pericolosi i suoi utilizzi “cattivi”, i quali pongono alcune questioni chiave che necessitano di essere affrontate con urgenza: come riconoscere un deep fake? Come difendersi da esso e quali strumenti la tecnologia ci offre per farlo? Siamo ancora in grado di capire a chi possiamo e dobbiamo credere?
In questo talk Luisa Verdoliva ci conduce in un avvincente inseguimento al ritmo rapidissimo dello sviluppo tecnologico, con la missione di essere sempre un passo avanti a chi vuole ingannarci con manipolazioni all’apparenza perfette.